Loading ...

Loading splash screen ...
Galleria
RETRO PHILOSOPHY
Old computers second life
REBUILDING
Intel Pentium Classic 200MHz su motherboard Socket 5 con CPU adapter
AMD K6-2 CXT 500MHz su motherboard pre Super Socket 7
Intel Celeron Mendocino 500MHz su daugther card
Intel Pentium III Coppermine 1GHz su daugther card
Intel Pentium III Tualatin 1.133GHz con CPU adapter
SUPERMICRO P6DGU Bios modding Intel core Tualatin
PC 486DX2 VLB Rebuilding parte I: Hardware
PC 486DX2 VLB Rebuilding parte II: Software
486 Retrogaming
PC Windows 98 Retrogaming Rebuilding parte I: Hardware
PC Windows 98 Retrogaming Rebuilding parte II: Software
Windows 98 Retrogaming 1
Windows 98 Retrogaming 2
Rebuilding Olivetti M6 Suprema (M6-460)
RECOVERY
Analisi e ripristino 486 motherboard
Keyboard error: riparazione del socket sulla motherboard
Corrosione: pulitura ossidi e ripristino tracce interrotte
Ripristino DALLAS DS1287 RTC su Olivetti PCS 386 SX
SYSTEM SPEED TEST
Juko ST Landmark CPU Speed Test: NEC V20 vs Intel 8088
CPU upgrade: Intel 486DX2 66MHz vs AMD 5x86-P75 133MHz
AMD 386DX-40 vs Cyrix/TI 486DLC-40 vs Intel 486DX-33
AMD 5x86-P75 133MHz vs Intel Pentium 75MHz
 
PC REBUILDING: 23
Storage
Nuova sezione
dedicata agli hard disk
ed altro
Corrosione: pulitura ossidi e ripristino tracce interrotte
Le vecchie batterie da 3,6 Volt possono avere perdite di acido che provocano ossidi e corrosione fino a rendere inutilizzabile la motherboard. E'opportuno rimuoverle tempestivamente e procedere con il ripristino di eventuali tracce interrotte. Se la corrosione non ha causato danni importanti la motherboard dovrebbe essere in grado di effettuare nuovamente il boot.
Uno dei principali problemi delle vecchie motherboard almeno fino al Socket 3 è rappresentato dalla fuoriuscita di acido dalle batterie utilizzate per la memorizzazione dei dati nella CMOS. Queste batterie da 3,6 Volt a cilindro, di solito marca KTS o Varta, sono saldate direttamente sulla motherboard e non hanno meccanismi di ritenuta dei liquidi. Con il tempo e l'umidità gli acidi rilasciati possono provocare ossidi e corrosioni che aggrediscono le tracce rendendo la motherboard parzialmente o totalmente inutilizzabile.
Gli effetti della corrosione
Di norma le batterie sono saldate in prossimità del connettore di alimentazione elettrica o della tastiera, a volte vicino al BIOS, al keyboard controller o agli slot per la RAM. Comunque, in ogni caso, la corrosione delle tracce può causare errori al boot:
- mancata lettura del chip del BIOS
- mancato rilevamento della RAM o errore di conteggio delle SIMM
- tastiera non rilevata per errore di lettura del keyboard controller o per mancanza di alimentazione sul socket
- errore di rilevamento della CPU
Se la corrosione è in uno stato avanzato con tracce già interrotte molto probabilmente si avranno problemi al boot: la riparazione è possibile, deve essere eseguita da un laboratorio specializzato ma potrebbe costare troppo in termini economici. Tuttavia se le interruzioni sono ben riconoscibili si può provare a costruire dei ponticelli in modo da ripristinare il circuito originale. In casi fortunati la corrosione può trovarsi in uno stato iniziale e non sono evidenti interruzioni di tracce o elementi danneggiati.
Rimozione batteria e pulitura ossidi
In ogni caso la prima azione tempestiva da effettuare è quella di rimuovere la batteria e procedere con una pulizia degli ossidi per evitare che la corrosione si propaghi ulteriormente ad altri elementi. In seguito sarà necessaria un'analisi approfondita per verificare lo stato funzionale della motherboard. La batteria va rimossa utilizzando un saldatore a stagno, a volte occorre far leva con un cacciavite dopo aver liberato i piedini dallo stagno originale: questo perchè potrebbe essere presente un residuo della colla a caldo che veniva impiegata per fissare la batteria alla motherboard. Nei casi difficili in cui la saldatura è troppo resistente, per evitare ulteriori danni si possono tagliare i piedini della batteria con una pinza-tronchese: sistema non elegante ma risolutivo.
La zona interessata dagli ossidi va ripulita con un prodotto specifico, ad esempio un riattivatore elettrico, spruzzando una piccola quantità e lasciando agire per qualche minuto. Per la rimozione si può utilizzare un panno morbido e dei cotton fioc che consentono di arrivare anche nei punti più difficili.
La pulitura finale può essere effettuata con dell'acetone: sempre utilizzando dei cotton fioc si procede con cura alla rimozione di eventuali residui non solo sulle tracce ma anche sugli elementi elettrici tipo resistori, condensatori, ecc. Se necessario rimuovere i chip del BIOS e del keyboard controller per verificare lo stato dei contatti: una leggera patina di ossido non visibile potrebbe fare da isolante sui piedini. E' anche possibile impiegare un fissativo trasparente specifico per circuiti stampati (serve a bloccare definitivamente la propagazione della corrosione). Completata l'operazione l'intera zona dovrebbe essere di nuovo lucida e pulita.
Verifica funzionale
Utilizzando una PC Diagnostic Card si procede con una verifica funzionale: se il display non mostra i codici POST molto probabilmente la motherboard è danneggiata in modo irreversibile e risalire alle tracce/componenti difettose è molto difficile. Se invece il boot avviene ma non c'è segnale video allora potrebbe essere un problema di RAM (le SIMM non vengono accoppiate correttamente per errori di lettura sugli slot interrotti elettricamente), un'analisi dei POST code potrebbe aiutare a circoscrivere il problema.
Il caso più frequente è il mancato rilevamento della tastiera che può dipendere sostanzialmente da due fattori:
- il socket della tastiera non è alimentato elettricamente
- il keyboard controller non è rilevato dal BIOS per tracce interrotte
In entrambi i casi il boot si blocca e non è possibile interagire in nessun modo con il sistema ('Keyboard error or no keyboard present')
Ripristino tracce interrotte
Se le tracce interrotte della motherboard sono ben visibili si possono saldare dei ponticelli fra i due estremi della traccia. Un multimetro può essere d'aiuto per misurare la tensione o verificare la continuità elettrica della traccia riparata. Se il socket della tastiera non funziona si può forzare l'alimentazione elettrica ripristinando il ground (pin 4 del connettore DIN a 5 poli) o il Vcc +5V (pin 5) collegandoli ai ripettivi ground e Vcc del connettore P8-P9 di alimentazione della motherboard. In generale se i danni sono limitati la motherboard dovrebbe essere in grado di avviarsi normalmente. Per consentire di nuovo la memorizzazione dei dati nella CMOS si può saldare sui connettori della batteria rimossa e con la corretta polarità un battery holder per batterie al litio tipo CR2032 più sicure e versatili.
Conclusioni
Le vecchie batterie da 3,6 Volt possono avere perdite di acido che provocano ossidi e corrosione fino a rendere inutilizzabile la motherboard. E'opportuno rimuoverle tempestivamente e procedere con il ripristino di eventuali tracce interrotte. Se la corrosione non ha causato danni importanti la motherboard dovrebbe essere in grado di effettuare nuovamente il boot. In generale una ricostruzione delle tracce è possibile ma va fatta da un laboratorio specializzato e potrebbe essere onerosa in termini economici.
Corrosione: pulitura ossidi e ripristino tracce interrotte © PC Rebuilding
Prima pubblicazione: 7 Agosto 2017, 12:21.10
Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2018, 12:38.40
Visualizzazioni attive: 270



Link correlati
Link veloci
Inserimenti negli ultimi 30 giorni
Statistiche gruppi
PC REBUILDING – 4 POSTS
Old computers second life » POST Area
24 Aprile 2016, 00:00.00 - Postmaster
Questa è l'area POST. Potete scrivere commenti o partecipare a thread già avviati. Non è richiesta alcuna registrazione ma tutti i messaggi saranno validati da un moderatore: quelli non pertinenti, offensivi o non validi per altri motivi non verranno pubblicati. Tutte le informazioni saranno considerate non confidenziali e potranno essere utilizzate senza restrizioni.

This is the POST area. You can write comments or join threads already started. No registration is required but all messages will be validated by a moderator: those not relevant, offensive or invalid for other reasons will not be published. All information will be considered non-confidential and can be used without restrictions.
Old computers second life
Old computers second life » Non disponibile per la vendita
25 Aprile 2016, 00:00.00 - Postmaster
Tutti gli oggetti di questo sito fanno parte di una collezione privata e non sono in vendita

Not available for sale
All items on this site are part of a private collection and are not for sale
Old computers second life
PC 486DX2 VLB Rebuilding parte I: Hardware » Case stakar per pc 486[+1]
18 Aprile 2017, 01:31.13 - Paolo
Salve, ho visto quest'articolo perché stavo ricercando un case stakar per pc 486 come quello che avevo nel 1994 (era lo stesso case che si vede in foto tranne per il fatto che era orizzontale).
Volevo sapere se avevate un case come quello che si vede in foto (minitower) marchio stakar che potevate vendere.
Grazie.
PC 486DX2 VLB Rebuilding parte I: Hardware
Juko ST Landmark CPU Speed Test: NEC V20 vs Intel 8088 » Need Driver as HIMEM.SYS for 1M
2 Gennaio 2018, 15:39.01 - Home
Hi, I need driver for use RAM under 640kB for this board. Juko ST Landmark CPU Speed Test: NEC V20 vs Intel 8088